apri modal-popupadv apri modal-popupadv

In forma dopo le Feste

In forma dopo le Feste

Durante le vacanze di Natale ti sei concessa qualche peccato di gola e ora vuoi correre ai ripari? Meglio evitare diete drastiche, possono essere controproducenti. Qualche piccolo accorgimento, però, può aiutare a perdere quei due – tre chili in più presi durante le Feste. Ecco i consigli del nutrizionista per chi è mamma e chi lo sarà.

Se è già nato
Dal parto è trascorso qualche mese, ma i chili di troppo ancora non se vanno. Per tornare in forma un buon compromesso, allora, può essere una dieta leggermente ipocalorica.

“Se la mamma ha già smesso di allattare, può mantenere il solito regime alimentare, ma riducendo le porzioni di un terzo”, consiglia Giorgio Donegani, nutrizionista. “In questo caso, bastano 1.400 calorie al giorno, meglio se suddivise in 5 pasti: una colazione energetica (25% delle calorie giornaliere), uno spuntino di metà mattina, un pranzo sostanzioso (35-45% delle calorie giornaliere), una merenda e una cena leggera (25-30%)”. È bene tener presente anche alcune regole chiave: evitare di saltare i pasti, soprattutto la colazione (è dimostrato che non farla aumenta il rischio di soprappeso) e rinunciare agli snack fuori-pasto. “In generale, è valida la regola del tre”, suggerisce l’esperto. “Non far passare più di 3 ore tra un appuntamento col cibo e l’altro durante la giornata”.

Se stai ancora allattando, al contrario, ti servono, in media, 500-600 calorie in più. “Quelle giornaliere devono essere almeno 1800 tenendo conto che la quantità consigliata varia da persona a persona”, dice Donegani. L’importante, comunque, è mantenere un certo equilibrio. “Proteine, ferro e calcio (contenuti, ad esempio, nella carne, nel pesce, nelle uova e nei latticini) non vanno assolutamente esclusi dalla dieta”, dice l’esperto. “Si può, al limite, ridurre un po’ la quota di carboidrati (pasta e pane) compensando con verdura e frutta”.

Se aspetti un bambino
In questo periodo, l’aumento di peso è normale. Come capire, quindi, se si ha ecceduto durante le Feste? “Tre-quattro chili in più presi nel primo trimestre sono un po’ troppi”, dice l’esperto. “Se si aumenta in questo modo è bene darsi una regolata. Dopo il terzo mese, per soddisfare le necessità dell’attesa, basta aggiungere 350 calorie a quelle introdotte normalmente: l’equivalente di un piatto di pasta non troppo condito o un panino al formaggio. L’aumento ponderale, nel corso dei nove mesi, dovrebbe comunque rimanere tra i 9 e i 12 chili, secondo il peso di partenza”.

Assolutamente da bandire il detto che in gravidanza si può mangiare per due. “Dopo le Feste, in ogni caso, meglio farsi visitare dal ginecologo”, dice l’esperto. “Se ritiene che il peso è eccessivo, il consiglio è di ridurre i carboidrati, in particolare i dolci, limitando così anche il rischio di diabete gravidico. È bene mantenere, poi, un buon apporto di proteine e ferro (contenuti nella carne, pesce e uova) e mangiare tanta frutta e verdura.

Commenti