apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Tragedia verdure. O forse no…

 

Tragedia verdure. O forse no...

Quello dei vegetali è un non problema, mette subito in chiaro Augusta Albertini, nutrizionista. «E il fatto di offrirli mascherati da altro non deve metterci in agitazione, né farci sentire in colpa. Tutti sappiamo che le verdure sono irrinunciabili per la salute. Ma se abbiamo a che fare con un bambino che non ne vuol sapere, cercare di convincerlo a suon di lezioni di educazione alimentare, “le verdure fanno bene, devi mangiarle!”, non aiuta. È più importante che la riserva di vitamine, fibre e sali minerali arrivi dritta a destinazione, anche a costo di magheggi, piuttosto che il piccolo sappia quel che mangia». Per risolvere la tragedia verdure via libera, perciò, al trasformismo alimentare che può contare su alleati preziosi. Questi.

Viva l’arancione

«Proponiamo un passato di un bell’arancione brillante. La carota da sola è perfetta, ma può anche essere accompagnata da lenticchie rossastre decorticate o da un mix di fave secche e curcuma che ne esaltano il colore», dice Albertini.
Il bambino preferisce il rosso? Per lui una gustosa zuppa di peperoni, pomodori e fave secche. Poi, se funziona, possiamo tentare la via del fucsia con una vellutata di rape o carote rosse. In questo modo distogliamo l’attenzione del piccolo dal verde, tipico dei vegetali. A quello arriveremo in un secondo momento, a lavori avviati.

VerdureCome acquistarle

Effetto crema

Tragedia verdure? No se in tavola c’è il puré di patate che, in genere, mette d’accordo tutti. Ma se in versione cremosa proponessimo anche zucchine, piselli, spinaci? «I frullatori a immersione trasformano in un piatto gourmet persino l’ortaggio più impresentabile. Sorseggiarlo, vellutato e semiliquido, con una cannuccia a grande calibro sarà divertente», propone la nutrizionista.

Crispy è buono

Perché è croccante. Prepariamo un impasto di patate, carote, spinaci. Ma possiamo metterci gli ortaggi che vogliamo, tenendo sempre conto dei gusti del bambino. Facciamone delle pallottoline da passare in una pastella leggera, leggera e riponiamole in divertenti coppapasta. Ci sono forme che ai bambini piacciono da matti. Pochi minuti in forno e via: ecco fragranti crocchette da intenditore. E la tragedia verdure è scongiurata.

Croccante è meglioScopri perché

Dalla tragedia verdure alla festa

Come in ogni party che si rispetti, creiamo un “salad bar”, con tante minuscole polpettine e morbide frittate tagliate a tocchetti, pronte da acchiappare con le manine: ai bambini l’idea del “prendi-mordi-fuggi” piace un sacco.
Anche le torte funzionano. Le dolci sono un’ottima alternativa alle salate: quella alla carota, ad esempio, è da sempre tra le preferite dei bambini. Ma cosa abbinare come cocktail?
A rafforzare il buffet sarà un fantastico gazpacho di pomodori, peperoni rossi, cetrioli da versare in tanti bicchierini.
«Con una fettina di limone e un ombrellino, che fanno molto summer party, il gazpacho cocktail appagherà l’occhio e solleticherà il palato», conclude Augusta Albertini.

Su Insieme di maggio, da pagina 121, trovi gustose ricette che funzionano. Parola di mamme!

C.A.

Commenti