apri modal-popupadv apri modal-popupadv

La Natura va toccata con mano: all’aperto per essere creativi

La Natura va toccata con mano: all’aperto per essere creativi

Per i bambini del nuovo millennio spesso la Natura è un’immagine sul tablet. Perché la loro vita è scandita da ritmi frenetici proprio come quella degli adulti e una passeggiata nel verde o una corsa in un prato diventano esperienze rare, da fotografare e inserire nel diario delle vacanze. Eppure la vicinanza all’ambiente è fondamentale, se si vuole che i piccoli crescano con la consapevolezza che la Terra è generosa di doni ma esige anche rispetto. Se questo aspetto “ecologico” non fosse da solo sufficiente a spingere i genitori a portare più spesso i loro bambini all’aperto, va segnalato che molti studiosi sostengono che stare a contatto con la Natura giova al benessere del piccolo sotto tanti punti di vista.

L'esplorazione della naturaAiuta i bambini a crescere!

Nel verde migliorano corpo e mente

“Le ricerche non hanno dubbi in proposito e spiegano che la vita all’aria aperta accresce positivamente lo sviluppo globale del bambino – sottolinea la pedagogista Laura Mazzarelli, che collabora con la facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Milano Bicocca. Vivere nel verde, toccare terra e acqua, guardare da vicino un filo d’erba o abbracciare un albero, aiuta il bambino a regolarsi contro lo stress e a rinforzare le difese immunitarie. Ancora, con queste esperienze outdoor si sviluppano una maggiore competenza nell’area della memoria e dell’attenzione, abilità nel gioco spontaneo, una superiore capacità di socializzazione”. L’attività fisica che si compie stando all’aria aperta, anziché stare sul divano o a una scrivania, giova allo sviluppo del bambino, che beneficia anche di una maggiore produzione di vitamina D, grazie all’esposizione al sole, con una conseguente diminuzione delle malattie da raffreddamento. Insomma, un arricchimento a 360°, di cui davvero i genitori non dovrebbero privare i loro piccoli.

Gli abiti infangati e la paura dei germi

Secondo psicologi e pedagogisti lasciare che i bambini sperimentinoNapisan Additivo Igienizzante Liquido all’aria aperta è davvero fondamentale, ma la conseguenza è che spesso rientrano dopo queste “avventure” con gli abiti irrimediabilmente sporchi. Il problema dello sporco, germi e batteri che si annidano nei tessuti non può essere risolto solo dal tradizionale detersivo.

Il consiglio è quello di aggiungere ad ogni lavaggio Napisan additivo igienizzante per rimuovere in profondità germi e batteri. L’aggiunta dell’additivo al lavaggio quotidiano è possibile perché Napisan agisce già a basse temperature. Quindi non servono cicli a 90°C, basta un programma a 30°C per ottenere gli stessi risultati in termini di efficacia igienizzante.

Chi ha la pelle delicata non ha problemi

Napisan additivo igienizzate liquido, può essere scelto per un’azione igienizzante profonda, necessaria dopo un pomeriggio all’aria aperta. Come mai? Perché risulta adatto a tutte queste situazioni che richiedono la rimozione profonda di germi e batteri e l’eliminazione degli odori. La sua formula ipoallergenica è dermatologicamente testata, per assicurare sicurezza anche per la pelle molto delicata di bambini e neonati.