apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Sicuri al parco giochi: parla l’esperta

È il luogo più amato dai bambini. A volte un po’ temuto dalle mamme, preoccupate che il piccolo possa farsi male. A cosa prestare attenzione per stare tranquille anche al parco giochi lo spiega la nostra esperta

Sicuri al parco giochi: parla l'esperta

Portare i bambini ai giardinetti si potrebbe definire un dovere sociale: bravissimi a ‘smanettare’ sul telefonino di mamma e papà, i nostri bambini digitali rischiano di diventare più impacciati quando si tratta di salire su uno scivolo o montare su un cavalluccio. Con il protrarsi delle belle giornate, anche nelle stagioni più fredde dell’anno, è bene dare ai nostri figli l’opportunità di riappropriarsi degli spazi all’aperto e di confrontarsi liberamente con i coetanei. E un parco giochi rappresenta il luogo ideale e più a portata di mano a patto che… Abbiamo fatto completare la frase ad Alessia Quintieri, responsabile laboratorio fisico meccanico di UL – Istituto Italiano Sicurezza dei Giocattoli. Ecco a cosa stare attenti perché i nostri bambini siano sicuri al parco giochi.

Quali requisiti deve avere un parco giochi sicuro?

«Vi sono specifiche normative che definiscono i criteri: ad esempio, deve esserci una distanza di almeno 1,5 metri tra un’attrezzatura e l’altra. I giochi devono essere installati su una superficie ad assorbimento di impatto, come sabbia, ghiaia, prato. Nello spazio di caduta dell’attrezzatura non devono essere presenti ostacoli imprevisti, come travi sporgenti dello stesso gioco o panchine, pali della luce, cestini
per i rifiuti, contro i quali il bambino potrebbe facilmente urtare».

GonfiabiliPossiamo stare tranquilli?

Sicuri al parco giochi se…

«Innanzitutto alle condizioni della struttura, verificando ad esempio che non ci siano parti danneggiate, sporgenti o usurate; che le protezioni di sicurezza, soprattutto dei giochi più alti o di quelli dedicati ai piccoli, non siano rotte o mancanti; che nell’area gioco non vi siano radici di piante o parti in cemento delle attrezzature contro cui il piccolo potrebbe inciampare».

Chi verifica la sicurezza?

«Il controllo spetta ai gestori dell’area. Nel caso di un parco comunale è il Comune, nel caso di altri complessi, come quelli presenti in centri commerciali, campeggi, alberghi, oratori, è il responsabile della struttura, che ha l’obbligo di controllare le attrezzature presenti ed eseguire manutenzioni periodiche». Se tutti si attengono alle proprie competenze, possiamo stare certi: i bambini saranno sicuri al parco giochi.

di Angela Bisceglia

Commenti