apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Un sorriso da salvare

Un sorriso da salvare

“Mio figlio Roberto, 5 anni, è caduto e si è rotto un incisivo centrale ‘da latte’. Non ha sentito particolare dolore e non l’ho fatto visitare. Ora sono preoccupata: dovevo portarlo subito dal dentista?” – Giovanna

Risponde Daniele Parrello, esperto in ortodonzia – associato FACE XP

In casi come questi, il consiglio è di recarsi immediatamente dall’odontoiatra di fiducia per intervenire in modo tempestivo e appropriato. La frequenza dei traumi dentali interessa circa 1/3 dei bambini entro i 6 anni di età e può provocare la frattura di parte della corona, con distacco di uno o più frammenti dello smalto, fino alla perdita integrale del dente, radice compresa.

Problemi di deglutizione atipica?Gli esperti rispondono!

Pezzi da ricomporre

Se si stacca una porzione di smalto, sia per denti decidui che permanenti, è importante tenere idratato il frammento immergendolo in acqua o latte, al limite nella saliva del bambino, e recarsi con urgenza dal dentista. Un frammento ben custodito e prontamente riattaccato si restaura in modo del tutto invisibile. Nel frattempo, sciacquate con cura bocca e tessuti coinvolti per evitare infezioni.

Perdita di un deciduo

Nel caso di perdita integrale di un dente deciduo, è proibito reimpiantarlo: la priorità assoluta è quella di proteggere la gemma del dente permanente. Le ‘lussazioni intrusive’ possono creare danni seri ai permanenti in formazione, non solo macchiarne lo smalto, ma anche cambiarne la traiettoria di eruzione o creare malformazioni a livello del germe dentale permanente. A volte l’impatto non è diretto, o così pare, ma a distanza, il trauma può portare alla necrosi del dente deciduo, con successiva infiammazione a carico dell’apice del dente traumatizzato.

se-cade-dente-definitivo

Commenti