apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Un sorriso vi guarirà

Un sorriso vi guarirà

Mamme e papà “musoni”, fate attenzione! Finché continuerete vedere il classico bicchiere mezzo vuoto avrete maggiori possibilità di contrarre malattie infiammatorie. Al contrario, l’ottimismo e l’estroversione sarebbero la migliore garanzia di una vita lunga e all’insegna della salute.
A sostenerlo è uno studio pubblicato sulla rivista “Brain, Behavior and Immunity”, il quale dimostra come la capacità di resistere alle malattie e allo stress sia collegata non solo al genere e all’etnia, ma anche alla personalità di ciascuno di noi.
La ricerca, condotta dal professor Benjamin Chapman presso il Dipartimento di psichiatria della University of Rochester Medical Center (New York), ha evidenziato come l’essere introversi possa indicare la presenza, nel sangue, di un alto livello di una sostanza chimica infiammatoria, l’Interleuchina-6.

È inoltre appurato che il cervello di una persona sotto stress produce ormoni che, a lungo termine, possono avere effetto sugli organi. Questo provocherebbe una reazione a catena del sistema immunitario, con il rilascio di sostanze che a loro volta scatenerebbero infiammazioni. In pratica, essere introversi porta ad accumulare stress, il quale a sua volta, intossica l’organismo, mettendone a repentaglio il benessere.
Dai test, condotti su un campione di 103 persone di età superiore ai 40 anni, sembra inoltre che le donne e alcune minoranze etniche siano in media più vulnerabili allo stress, mostrando valori più alti di IL-6 rispetto agli uomini caucasici. Nel primo caso a causa degli sbalzi ormonali tipici dell’età, nel secondo caso probabilmente per fattori esterni, come il dover affrontare manifestazioni di razzismo.

Commenti