Arrivano le diete ad hoc, basate sul Dna | Insieme in famiglia

Arrivano le diete ad hoc, basate sul Dna

Arrivano le diete ad hoc, basate sul Dna

È il nostro Dna a influenzare la formazione del gusto, dunque le scelte alimentari che compiamo quotidianamente e, in definitiva, lo stato di salute, così strettamente connesso al nostro rapporto con la tavola. Poi, certo, sul piatto della bilancia pesano anche il contesto culturale e le abitudini sbagliate. Ma il patrimonio ereditario gioca un ruolo decisivo, in materia. Queste relazioni erano state illustrate con chiarezza nel corso di un convegno organizzato qualche mese fa a Genova dalla Sinu, la Società nutrizionale italiana. Dunque, non stupisce apprendere che entro un quinquennio potrebbero essere disponibili diete basate sull’esame del nostro Dna.

La notizia proviene da Austin, fonte un rapporto dell’Università del Texas, centrato sulle ultime scoperte in materia: in particolare, su studi che hanno dimostrato i legami fra il nostro genoma e la capacità di accumulare massa grassa, o di mangiare smodatamente e/o in modo sregolato. Oltretutto, l’appetito è uno stimolo con molti padroni, fra cui il microbiota intestinale: e anche in questo caso la genetica ha un peso. Secondo i ricercatori texani, nel prossimo futuro, combinando i dati sul Dna ricavati da un campione di saliva con quelli derivanti dallo studio di altri parametri, come i livelli di stress e di attività fisica, gli specialisti saranno in grado di proporre ai pazienti con disturbi della sfera alimentare una dieta ad hoc, valida non solo sul breve periodo, ma anche a lungo termine (come non capita spesso). Sarà certo anche molto costosa, e questo probabilmente ne favorirà il successo. Prima di abbandonarla, ci penseremo due volte. Facendo mente locale sia alla bilancia che al portafoglio.

FB.

Commenti