apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Animali domestici: la parola all’esperta

Tre domande a Domenica Patron, educatrice di scuola primaria, insegnante di sostegno della scuola primaria G.B. Patrasso di Milano

Animali domestici: la parola all'esperta

Gli animali domestici, nella fattispecie i cani, come dottori o perlomeno come terapisti, prima di tutto dei bambini (e degli anziani). È questa l’intuizione che sta dietro alla espressione pet therapy, sempre più usata. Anche a scuola. Ecco un esempio bellissimo raccontato da chi ci lavora.

Tra gli animali domestici, davvero i cani aiutano i bambini a leggere meglio?

«Sì. In questo anno scolastico, la nostra scuola, che ha un’esperienza storica nell’ambito della terapia con gli animali domestici, propone un progetto dedicato in maniera specifica a chi ha difficoltà in fatto di lettura. In altre parole, si indirizza a bambini dislessici, stranieri che devono imparare la lingua italiana, bambini che sono frenati dall’emotività».

Come funziona in concreto?

«Il cane diventa l’interlocutore del bambino: è a lui che il piccolo si rivolge quando, ad esempio, legge. L’animale non è giudicante, non ha fretta, sa aspettare. E la condivisione della lettura, in questo contesto, diventa davvero molto rilassante. È un tempo “altro” dalla lezione in classe, i bambini si sentono liberi di esprimersi, entra molto in gioco la loro emotività». E quando si parla di emotività riferita a un bambino si entra in un campo delicato, da non sottovalutare mai. Ne va della sua crescita, della sua capacità, o meno, di rapportarsi all’altro. Là dove ci fossero reticenze, e ci stanno!, è doveroso aiutarlo.

Quali sono gli obiettivi?

«Si lavora a rafforzare la capacità di lettura, ma si punta soprattutto sulla capacità del bambino di gestire l’ansia che il leggere ad alta voce può provocare. Capita ai grandi, figuriamoci ai piccoli. Rivolto all’animale il bambino usa quasi senza accorgersene le competenze giuste: parla con un tono adeguato, scandisce bene le parole, si apre verso gli altri. In assoluta scioltezza».

Pet therapyDove viene impiegata

L’articolo completo su Insieme di settembre da pagina 94. Buona lettura!

di Francesca Mascheroni

Commenti