Coding per bambini: un gioco tra costruzioni e tecnologia

Costruzioni e tecnologia: il coding per i bambini è un gioco

Tablet e smartphone sono oggetti sempre più presenti nella giornata dei nostri bambini. Si tratta di strumenti utili, che però possono diventare controproducenti se vengono usati troppo a lungo e soprattutto in modo passivo.

Costruzioni e tecnologia: il coding per i bambini è un gioco

A scuola le lezioni di coding per i bambini sono diffuse

Per ottenere il meglio dalla tecnologia conviene scegliere per i propri figli applicazioni che permettono ai piccoli di avvicinarsi al mondo del coding, ovvero della programmazione. Il coding ormai si impara anche a scuola, perché aiuta i bambini a capire che possono usare in un modo diverso gli strumenti tecnologici, sfruttandoli attivamente e lasciando spazio alla propria creatività.

La naturale curiosità dei bimbi, che chiedono sempre “perché?” ed esigono spiegazioni, diventa un’energia da canalizzare per aiutarli a usare le diverse tecnologie come alleati per l’apprendimento e la fantasia. Il coding aiuta i bambini ad apprendere come funziona un gioco che li diverte, e anche a modificarlo. Dunque, vale la pena fornire loro occasioni in questo senso in modo che tecnologia e app diventino strumenti didattici per lo sviluppo delle competenze dei bambini, senza ovviamente avere la pretesa di sostituire la creatività e la fantasia.

Coding per i bambini: conviene cominciare presto

Si può fare anche alla scuola elementare, quando cominciano a leggere numeri e lettere, ma è possibile cominciare anche prima, in fase prescolare, attraverso giochi studiati proprio per fornire loro i primi fondamenti di questa materia. Come ad esempio il Treno a vapore LEGO® DUPLO®, che ha 5 mattoncini multifunzione, che il bambino può usare per modificare attività e percorso del treno, iniziando a comprendere come funziona il principio del coding.

10874_DUPLO_2HY18_Train_com_mainstage

Il treno infatti, oltre ad essere su misura per le manine piccole dei bambini, colorato e allegro, è anche interattivo. Le azioni dei vagoni lungo il percorso cambiano e vengono programmate sulla base di come si posizionano i mattoncini multifunzione, che permettono di far fischiare il treno, di accendere e spegnere le luci, di fare rifornimento, di cambiare direzione e metterlo in sosta.

Il divertimento si moltiplica grazie alla app

Un modo di divertirsi assolutamente innovativo, che sviluppa l’intelligenza del bambino e sfida la sua creatività. Il piccolo può modificare i dettagli, spostando i mattoncini e costruendo forme diverse, ma anche incidere su quel che accade attraverso lo spostamento dei mattoncini interattivi. Che, tra l’altro, si possono anche comandare da remoto, grazie all’app scaricabile sul telefonino o sul tablet e collegata via Bluetooth.

Una possibilità aggiuntiva regalata dalla tecnologia, che consente al bambino di sperimentare formule sempre diverse e anche di capire che ha la possibilità di cambiare le regole del gioco e il suo svolgimento.

La collaborazione con mamma e papà diventa un’abitudine

Grazie ad un trenino giocattolo, il coding per i bambini diventa dunque a portata anche dei piccoli, con il vantaggio di renderli più consapevoli del fatto che la tecnologia è un alleato da sfruttare e non va mai subita.

Per questo tipo di attività, poi, è fondamentale la collaborazione di mamma e papà, che salgono a bordo del mondo fantastico insieme al loro bambino per vivere con lui avventure sempre nuove. Giocando insieme ai genitori, il piccolo svolge una serie di attività che gli permettono di comprendere le basi della programmazione anche prima della scuola primaria, con una serie di strumenti pensati per un utilizzo semplice e intuitivo, facendo sì che il momento del gioco rimanga sempre, prima di tutto, un’occasione di divertimento e sviluppo della creatività.