Estate green al mare e in montagna

Estate green al mare e in montagna

Estate green al mare e in montagna

Le vacanze sono un’occasione d’oro per rigenerare corpo e spirito, immergendosi nella natura per conoscerla da punti di vista sempre nuovi. Soprattutto per i bambini le esperienze all’aria aperta sono spesso le più emozionanti e ricche. Al mare e in montagna ecco alcune mete eco-friendly per tutta la famiglia.

L’insalata era nell’orto

Sulla lunga spiaggia di Badesi, in Sardegna, tra dune e ginepri, c’è il Delphina Resort Le Dune, un family hotel dove i piccolissimi non solo hanno a disposizione un mini-club attrezzato che li accoglie dai 18 mesi e una biberoneria completa di seggioloni, fasciatoi, sterilizzatori, microonde e tutto il necessario per preparare le pappe ma ci sono anche una voliera, dove i bambini possono osservare le varie specie di uccelli e un orto biologico dove, seguiti dagli animatori, i piccoli possono imparare a prendersene cura per poi gustare i frutti del loro lavoro nel ristorante Peter Pan a loro riservato prima di andare a divertirsi al Villaggio Fantasia, con l’accampamento degli indiani, il fortino dei cow-boy e il castello Duneland (delphina.it). Nel sud della Sardegna, a pochi chilometri da Cagliari c’è un altro orto molto apprezzato dai piccoli, quello del Falkensteiner Resort Capo Boi di Villasimius, dove Sandro, il giardiniere, organizza per i bambini divertenti attività per scoprire e insegnare i segreti di questa arte antica. Al Capo Boi inoltre c’è il “concierge a misura di bambino”. Si chiama “Falky Concierge” e il suo compito consiste nell’assistere i bimbi con suggerimenti e iniziative per renderli protagonisti delle loro vacanze e delle numerose attività che possono trovare o inventare all’interno del resort.

A Forte dei Marmi, in Toscana, c’è un hotel totalmente eco-friendly con un grande orto biologico. Anche le attività del mini club dell’ Hermitage Hotel & Resort seguono i ritmi dell’orto con corsi di cucina, laboratori sulle erbe aromatiche accanto a quelli di arte, musica e teatro (albergohermitage.it). In Puglia, il Vivosa Apulia Resort con l’”Ecokidspass” propone un nuovo modo di giocare con storie avventurose che parlano di luoghi lontani, percorsi nella natura a partire dall’orto biologico del resort fino alla grande pineta sul mare con esperienze coinvolgenti come la falconeria, cavalli in carrozza e alpaca per diventare un vero eco-member del Resort (vivosaresort.com). In Sardegna tuffi in mare, giochi nel Children’s Wonderland  e poi esplorazioni e laboratori nell’orto scoprendo le colture tipiche dell’isola al Forte Village.

Dal mare alla montagna: allo Stanglwirt, in Tirolo, il bio-hotel certificato già dal 1980, dove la natura è di casa. Qui i bambini hanno a loro disposizione un’intera fattoria con tanti piccoli animali da accudire e accarezzare come conigli, caprette, pecore, due pony e poi un grande fienile dove tuffarsi e giocare nel fieno, un orto da coltivare guidati dagli animatori, un coloratissimo e attrezzato playground con tanto di casette sugli alberi, oltre a 1000 mq di specchi d’acqua e grandi scivoli, compreso uno scivolo di 180 metri e un gigantesco schermo per guardare film d’animazione giocando tra spruzzi e tuffi con mamma e papà.

Detective della natura

Anche quest’anno torna il Camp Detective Natura dei Familienhotels dell’Alto Adige, il tema 2019 è “Strisciare & Mimetizzarsi”: i bambini imparano a trovare il camuffamento perfetto per sè e per il campo, i trucchi per orientarsi con il solo aiuto della natura senza navigatore o cellulare, ad osservare gli animali, cercare le impronte e a identificarle. Si vive un viaggio esplorativo nel Parco Naturale Sciliar-Catinaccio con il programma Dolomiti Ranger, attivo questa estate a luglio e agosto. Una settimana dove ogni giorno si sperimentano nuove abilità e conoscenze. Si costruisce insieme un hotel per insetti e accompagnati da una guida si osservano gli animali notturni e poi insieme a un ranger si seguono le tracce degli abitanti del bosco.

Sull’altopiano dell’Alpe di Luson e Rodengo, in Valle Isarco ha casa il family hotel Sonnwies, con una fattoria biologica a misura di bambino e tante proposte di passeggiate green (sonnwies.com). Nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, in Tirolo, c’è addirittura un mini club senza pareti ne soffitti, il Mini Club Natur del Gradonna Resort, con un programma fitto di attività dove ritrovare e sperimentare il vero contatto con la natura (gradonna.at.it). Piccoli e grandi esploratori outdoor crescono allo Schneeberg sul laghetto da sperimentare in barca a remi, nel grande parco giochi all’aperto e con le numerose escursioni guidate, a misura di famiglia, lungo il Sentiero dei Minatori, seguendo le tracce degli animali dei boschi, o raggiungendo le malghe dei dintorni (schneeberg.it). Al Relais Alberti, nel borgo di Malomocco, sull’isola del Lido, a Venezia, nel cortile interno, viene servita la colazione con ingredienti al 100% biologici e poi in bicicletta si raggiunge la bellissima Oasi WWF delle Dune degli Alberoni (relaisalberti.it).

In Salento, a pochi chilometri da Lecce tra ulivi secolari e la vegetazione della Riserva delle Cesine, c’è l’Acaya Golf & Spa Resort, punto di partenza per andare alla scoperta della vicina riserva, Oasi Wwf: a piedi o in bicicletta si può esplorare il bosco e la pineta, la macchia mediterranea, le paludi e la laguna costiera fermandosi alle torrette o ai capanni d’osservazione (jsh.it). Si vive in simbiosi con la natura all’Horse Country Resort sulla costa occidentale della Sardegna, immerso nella secolare pineta di Arborea, il resort si affaccia sulla lunga spiaggia privata, ed offre tantissime esperienze green da vivere con tutta la famiglia a piedi, in bicicletta e anche a cavallo, grazie al un grande centro ippico con 60 cavalli.

di Laura Ogna

Commenti