apri modal-popupadv apri modal-popupadv

Il Gufo scalda l’inverno con poesia

Il Gufo scalda l'inverno con poesia
Guarda la gallery

Partire non è mai stato così facile: basta indossare un capo della collezione autunno-inverno de Il Gufo e il gioco è fatto!

L’ispirazione arriva dalla terra che dorme, passando dalla Siberia artica fino alla coloratissima Mongolia. Suggestioni che ritroviamo nei colori, nelle forme e nei materiali di una collezione che è letteralmente divisa in due: dolce e soffice da una parte, energica e pop dall’altra.

Le forme, come sempre, sono morbide e armoniose. Sono gli abbinamenti dei capi, la ricerca e sperimentazione dei materiali, e la libertà negli accostamenti cromatici, a rendere ogni look inaspettato, senza regole né costrizioni: righe, frange e ricami vengono mixati tra loro sdrammatizzando le forme più classiche, animali jacquard con dettagli 3D, fiori floccati e macro grafismi – con cui per la prima volta vengono mixate in modo scomposto le lettere che compongono “Il Gufo” – aggiungono fisicità ed un tocco pop a felpe e maglie, mentre il romanticismo delle fantasie liberty scelte per le camicie da bambina rievoca le origini del brand.

I piccoli abitanti di questi territori sconfinati sono scaldati da giochi di sovrapposizioni: materiali come la lana dei cappotti, accessori e maxi maglie che diventano mini abiti, lunghi gilet e pellicce in eco-monkey dal sapore tribale e capi in piuma proposti in tecno-velluto e tinte fluo ci riportano per un attimo in un contesto più metropolitano.

I colori, veri protagonisti della collezione, sono vibranti e aggiungono energia al guardaroba, con continui richiami a ciò che succede in natura: tocchi etno-pop con arancione, giallo e fucsia rappresentano la forza del sole nascente con un chiaro rimando alle popolazioni che vivono quei territori; rosa, azzurro ghiacciato e fango ci portano in paesaggi ovattati; blu e verdi, quasi fluorescenti, reinterpretano una giocosa aurora boreale; marroni bruciati mescolati alle tinte più brulle ci ricordano la steppa selvaggia, che a poco a poco si colora di rosso.

L’aspirazione a vestire i bambini sempre come tali, rispettandone la natura anche all’interno delle diverse occasioni, viene espressa più che mai da un nuovo progetto: Il Gufo Softwear, Dove l’utilizzo di materiali confortevoli ma basici come la felpa viene nobilitato dalle forme elaborate di capispalla, vestiti e abiti tuta per lei e per lui.

E per le grandi occasioni, un capsule collection davvero speciale, la Silver Label, che si compone di linee sofisticate e asimmetriche. Per le bambine un long-dress di velluto e cintura Swarovski è reso ampio e sinuoso dalla gonna a balze create dalla sovrapposizione di una moltitudine di volant in tulle. Per il bambino elegantissimo tuxedo sartoriale in velluto liscio composto da blazer con revers taffetà e da pantaloni con profili laterali. Un papillon, sempre in taffetà ton sur ton, su camicia bianca, completa il look. La palette colori della capsule si orienta sui toni del rosso, grigio fumo di Londra e blu notte.

Qualche must have per le prossime vacanze natalizie? Per la bambina maglioni mélange con applicazioni floreali dal sapore hand-made, piumini in velluto dai toni accesi e abiti con applicazioni floccate.
Per il bambino piumini con dettagli in cordura dal sapore tecnico, pantaloni in techno-wool, sia check che tinta unita, felpe e maglioni con applicazioni e stampe lettering.

Il look si completa poi con accessori coordinati, che regalano un tocco di personalità all’outfit.

Oriana Picceni

Commenti