In famiglia per ritornare alla Natura: viaggio tra la Maremma e Orbetello

In famiglia per ritornare alla Natura: viaggio tra la Maremma e Orbetello

In famiglia per ritornare alla Natura: viaggio tra la Maremma e Orbetello

Chi pensa alla Toscana immagina d’istinto Firenze o Pisa. Ma la regione offre molto di più, soprattutto alle famiglie che cercano occasioni per visite divertenti, che coinvolgano anche i bambini. A grandi linee si potrebbero definire almeno 5 tappe davvero irrinunciabili per mamme e papà, che nel libro della memoria dei loro figli vogliono inserire solo ricordi speciali.

La prima fermata di questo viaggio che Quimamme ha provato per voi è una giornata alla scoperta del Parco della Maremma. Una specie di Camargue, ma decisamente più vicina, dove la Natura sembra incontaminata e il mondo animale è protagonista, con cavalli, fenicotteri, falchi marittimi e poi caprioli, daini, gatti selvatici, lupi e cinghiali.

La lentezza per gioire di più

Il parco della Maremma va scoperto con calma, perché è un territorio ricco di ecosistemi. Gli ambienti naturali e selvaggi si intrecciano creando dei paesaggi sempre diversi: foreste di lecci e macchia mediterranea, pinete, la costa con spiagge lunghe da Principina a mare fino a Talamone, poi la foce del fiume Ombrone, vicino alla quale si estendono zone umide.

parco-maremma

Un percorso alla scoperta della Toscana selvaggia , che funziona un po’ come un libro di scienze e geografia e risulta affascinante per i bambini appassionati di scienza e storia naturale, quelli che sono rimasti a bocca aperta osservando i reperti delle collezioni emozionanti del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa

CERTOSA DI CALCIMONACI PER UN GIORNO

Questo territorio attraversato da corsi d’acqua, si scopre bene in automobile ma anche in bicicletta, seguendo alcuni dei percorsi definiti dal Parco della Maremma. L’ideale però è andare a cavallo come i cow boys della Maremma per scoprire così tutti i suoi segreti: un’esperienza stimolante da fare in famiglia, riprendendo il ritmo lento del West, riempiendosi lo sguardo di colori vivaci, paesaggi aperti e i polmoni di aria pulita.

maremma_cowboys

Nella laguna la vita e i colori

Il percorso che vi proponiamo, però, non si limita alla Maremma visto che poco lontano, in provincia di Grosseto ma ai piedi dell’Argentario, si trova un altro luogo da scoprire insieme ai piccoli. Parliamo della laguna di Orbetello, che si estende su circa 27 chilometri quadrati e per molti è il più importante ambiente umido di tutto il Mar Tirreno.

orbetello

Nella laguna di Ponente si trova la riserva del Wwf, dove si possono osservare i fenicotteri rosa, le anatre, i germani, i cavalieri d’Italia, gli aironi e i falchi pescatori. Poco lontano, questo specchio d’acqua che ospita tante specie di pesce, che si riproducono con facilità per via del clima e delle caratteristiche dell’acqua, ospita la cooperativa dei Pescatori di Orbetello. Di recente, hanno iniziato a proporre delle forme di pescaturismo, davvero a misura di famiglia: crociere per esplorare la laguna e far scoprire ai visitatori il punto di incontro tra acque marine e acque lagunari, dove i cefali vengono pescati. I bambini e i loro genitori possono anche provare a pescare e capire la pazienza e l’attenzione che richiede quest’arte antica quanto l’uomo.

Toscana a misura di bambini

Una mattina a cavallo alla scoperta della Maremma, un pomeriggio impegnati a scoprire la laguna di Orbetello. Il piano per una giornata davvero indimenticabile. Come se ne possono vivere molte nella regione culla della letteratura e dell’arte, che ha molto da raccontare, anche ai bambini e ai loro genitori. Per rendersene conto basta visitare il sito visittuscany.com

Commenti